IL FESTIVAL
A fronte del disagio mentale, amplificato con la pandemia, permangono lo stigma e il pregiudizio nei confronti delle persone con disturbi psichici, con una crescente difficoltà a chiedere aiuto e ad accedere ai servizi.
RO.MENS vuole essere un Festival di promozione e di prevenzione diffusa della salute mentale, per abbattere i muri del pregiudizio e per favorire atteggiamenti di accettazione.
Vuole permettere ai cittadini, ed in particolare ai giovani, di facilitare i processi di inclusione e di combattere il pregiudizio e lo stigma nei confronti delle persone con grave disagio mentale, anche consentendo di conoscere i servizi pubblici del Dipartimento di Salute Mentale, con la collaborazione dei mass media, mettendo tutti insieme rappresentanti delle istituzioni, operatori, utenti, familiari, artisti, sportivi e protagonisti della cultura. Il titolo RO.MENS nasce dall’unione di Roma, abbreviato con RO, e di MENS, parola latina con diversi significati tra i quali mente, spirito, coraggio e progetto.

TEMPI E LUOGHI
RO.MENS si svilupperà nell’arco della settimana da lunedì 26 settembre a domenica 2 ottobre 2022 in modo diffuso nel territorio dell’ASL Roma 2. La più grande ASL d’Italia con un bacino di utenza di circa 1mln300mila abitanti, nella quale insistono la maggior parte delle zone romane con un elevato disagio sociale.

ATTORI
RO.MENS è organizzato dal Dipartimento di Salute Mentale (DSM) dell’ASL Roma 2 in collaborazione con la Cooperativa Sociale Integrata Onlus MANSER I.S.L.C. con la partecipazione degli utenti, dei servizi del DSM e della Consulta Dipartimentale, con il coinvolgimento dei Municipi IV, V, VI, VII, VIII e IX, di Roma Capitale e della Regione Lazio.

PATROCINI
Hanno concesso il patrocinio Roma Capitale, che ha anche accordato la Sala della Protomoteca per l’alto valore sociale dell’evento, e la RAI Radiotelevisione Italiana.

LOGO
Il logo di RO. MENS ha un filo conduttore costituito dal cerchio giallo (evoluzione del punto blu) che diventa l’elemento “marchio”, che, intersecandosi con la lettera “O”, esprime metaforicamente il messaggio di inclusione e di cooperazione. È stato realizzato dagli utenti del laboratorio di grafica del Centro Diurno di Cinecittà, con il contributo degli utenti dei laboratori dei Centri Diurni Ornitorinco di via della Rustica e di Villa Lais.

SIMBOLO
Partendo dalla storia di Marco Cavallo, una scultura di legno e cartapesta realizzata nel 1973 all’interno del manicomio di Trieste come simbolo di un processo di liberazione e di abbattimento delle barriere, gli utenti della comunità psichiatrica di Piazza Urbania e del Teatro popolare San Basilio a Roma, hanno realizzato una statua di cartapesta, già uscita tra le strade del quartiere per il carnevale 2022, che vuole rappresentare il simbolo del Festival della salute mentale per l’inclusione sociale contro il pregiudizio RO.MENS. La statua, definita “Marco Cavallo DeSanba”, è alta circa 2.10 e lunga 3.30.

#inclusione #bastastigma #romens

Nelle prossime settimane aggiorneremo la pagina con le diverse iniziative in fase di programmazione

Seleziona la locandina per scaricare il PDF